top of page

Borgo San Giacomo (BS) - Lombardia

Fino al 1863 si chiamava Gabiano, per questo i suoi abitanti si chiamano gabianesi..#tuttitaly

Borgo San Giacomo (BS) - Lombardia

Borgo San Giacomo è un comune italiano di 5554 abitanti della provincia di Brescia, in Lombardia. Fino al 1863, portava il nome Gabiano, motivo per cui i suoi abitanti si chiamano gabianesi.


Poco si conosce della storia del paese. La documentazione delle fonti della storia di Gabiano è indiretta ed estremamente lacunosa. Per secoli interi le notizie sono scarsissime, frammentarie e riconducibili ad atti amministrativi di interesse a volte irrilevante. Il periodo più antico è ancora affidato alle fonti archeologiche. Ma anche queste fonti ci aiutano solo in parte.

Tra i monumenti e i luoghi di interesse di Borgo San Giacomo, troviamo:


- Chiesa dell'Immacolata. Edificio sacro di origine medievale già ricordato in atti vescovili del 1300 e dedicato inizialmente a San Giacomo. Fu la chiesa parrocchiale dell'antico Gabiano sino all'inizio del 1600. Venne dedicata alla Immacolata Concezione di Maria dopo che si costruì la nuova parrocchiale in seguito alla visita del Cardinale Carlo Borromeo.

- Chiesa parrocchiale di San Giacomo. Una chiesa costruita fra il 1594 e il 1609, consacrata l'8 giugno 1625 dal vescovo di Zante Michele Varoglio.

All'interno, sull'altare del SS. Sacramento (1604) si innalza una monumentale soasa che incornicia l'Ultima Cena, opera di Giovanni Gandino il Vecchio, invece il quadro centrale dell'altare della Madonna (1691) rappresenta l'episodio della circoncisione di Gesù, di Francesco Boccaccino. Tra i reperti del 500: la vasca marmorea del Battistero (1577), appartenente alla precedente chiesa parrocchiale.

- Chiesa di San Rocco o della Madonna del Rosario. Chiesa sussidiaria edificata a partire dal 1479, in adempimento di un voto popolare dopo la peste nera del 1476-79.

- Chiesa di San Genesio, risalente almeno al 1200. La chiesa attuale è una costruzione quattrocentesca rimaneggiata nei secoli successivi e restaurata nel 1908. In fondo all'elegante Portichetto quattrocentesco, sul fianco settentrionale della chiesa, è stato eretto nel 1550 il tradizionale Sepolcro con 10 statue di legno.

- Camposanto settecentesco del Sagrato. Completato nel 1778 e chiamato in origine Camposanto di San Giacomo, divenne poi comunemente noto come il "Sagrato". Presenta la forma di elegantissimo chiostro con porticati, con una cappella centrale e la facciata rivolta verso la strada.

Nel 1806, la legge napoleonica proibisce il seppellimento dei defunti all'interno del centro abitato, e nel 1822 il Camposanto del Sagrato viene definitivamente abbandonato.

- Castello Martinengo. Ricostruito nel 1485 ad opera del conte Bernardino Martinengo. È il castello di Padernello nella Bassa Bresciana. Un maniero quattrocentesco, con ponte levatoio ancora funzionante, che emerge maestoso dall'acqua del suo fossato. Una misteriosa leggenda aleggia per le stanze del castello: è la storia della dama bianca, un fantasma che ritorna ogni 10 anni la notte del 20 luglio seguendo la magia delle lucciole.

- Chiesa di Santa Maria in Val Verde. La chiesa cadde, nel 1579, in rovina, e nel 1583 venne ricostruita dal conte Pompilio Martinengo Cesaresco.

- Chiesetta del SS. Redentore. La popolazione di Padernello nutriva all'inizio del 1800 una particolare devozione per un bel crocifisso quattrocentesco venerato nella cappella del vecchio cimitero attiguo alla chiesa parrocchiale. Dato che i fedeli gli volevano tributare una più dignitosa collocazione, si decise, intorno al 1825, di costruire un piccolo santuario nelle vicinanze del nuovo cimitero ubicato appena fuori dal centro abitato.

Nel 1826, il conte Silvio Martinengo donò alla parrocchia di Padernello il terreno sul quale doveva sorgere la chiesetta del Redentore.


Certo è che Borgo San Giacomo si dispone di buone armi per redigere una storia credibile e circostanziata, che possa dissipare in gran parte le tenebre che sembravano avvolgere e ricoprire le vicende antiche, ma anche più recenti del luogo.


Scopri altre meraviglie su www.tuttitaly.com


Comments


     OTTIENI GLI AGGIORNAMENTI DEL BLOG SULLA TUA EMAIL!

IMG_6278.PNG
bottom of page