top of page

Mirandola e Parrocchia di Santa Maria Maggiore (MO) - Emilia Romagna

Ha il titolo di città e fa parte dell'Unione Comuni Modenesi Area nord... #tuttitaly

Mirandola e Parrocchia di Santa Maria Maggiore (MO) - Emilia Romagna

Mirandola è situata in provincia di Modena in Emilia Romagna, a nord del capoluogo e ha il titolo di città.

La cittadina mantiene ancora nella pianta ottagonale tracce della sua struttura di città-fortezza rinascimentale.


Dal 1310 al 1711, Mirandola fu la capitale della Signoria dei Pico (tra i quali è noto Giovanni Pico della Mirandola, umanista e scienziato del Quattrocento). In seguito, la città passò al dominio estense.

Intorno a Piazza Costituente, nucleo centrale del centro

cittadino, si innalzano i fabbricati facenti parte dell'antico grande complesso del Castello dei Pico, il Palazzo della Ragione in stile tardo gotico, il quattrocentesco Palazzo Bergomi e il Palazzo Comunale.


Nel 2012, Mirandola è stata colpita da una serie di violenti terremoti che hanno danneggiato buona parte degli edifici fra cui il Duomo e la Chiesa di San Francesco d'Assisi.

Il Duomo di Santa Maria Maggiore ha un impianto originario tardo gotico. L'interno era a tre navate con volte a crociera costolonate e conservava pregevoli dipinti, affreschi e monumenti funebri. Il suo campanile è alto 48 m.


Durante il terremoto del 2012, le navate e il tetto sono completamente crollati. Il campanile è anch'esso pericolante.

La Chiesa di San Francesco d'Assisi è una delle prime chiese francescane dell'Emilia, costruita pochi anni dopo la canonizzazione del Santo (1228).


Curiosità

Lo Zampone è nato a Mirandola.

Durante l'assedio del 1511 ad opera delle truppe di Papa Giulio II della Rovere, i cittadini di Mirandola erano affamati e, in città, erano rimasti solo i maiali.

Dato che la loro carne si sarebbe deperita velocemente, il

cuoco propose a Giovanni Pico: "Macelliamo gli animali, e infiliamo la carne più magra in un involucro formato dalla pelle delle sue zampe. Così non marcirà, e la potremmo conservare. Per cuocerla più avanti". L'idea ebbe un gran successo. (fonte: www.modenatoday.it)


Scopri altre meraviglie su www.tuttitaly.com


Comments


     OTTIENI GLI AGGIORNAMENTI DEL BLOG SULLA TUA EMAIL!

IMG_6278.PNG
bottom of page